Un pizzico di Silicon Valley in Italia

E' noto che in Italia ci siano Aziende di eccellenza nel settore tecnologico ed elettronico. Niente da dire. L'ipotesi che formuliamo qui è quella della nascita di un industria che produca RAM (Random Access Memory) per computer e, eventualmente per smartphone. Mercati in "eterna" evoluzione e con una richiesta continua.

In Europa esiste un solo produttore di RAM : la Wilk Elektronik, con sede in Polonia e con il Brand GoodRam. Dal 21 marzo di quest'anno sono ufficialmente alla ricerca di commerciali per l'Italia. Poi ci sono le Major (HP, Samsung etc.) che producono per sè e per il mercato al dettaglio. 

La sola ASUS vende 10 milioni di schede madri per PC a trimestre (cioè 40 milioni l'anno). La sua diretta concorrente poco meno. Ogni scheda madre abbisogna di almeno 4 Gb di RAM. Ma ci sono schede madri per il Gaming e per la Grafica che ne abbisognano di 16 o di 32. Ciò significa che c'è un mercato per le RAM in cui c'è continua richiesta.

La RAM si divide in 2 categorie la DDR4 (più recente e più performante) e la DDR3 (meno recente, meno performante anche se presente ancora su numerosissimi computers). L'idea sarebbe quella di produrre tagli da 4, 8, 16 GB di RAM DDR4, Nelle schede madri ci sono, in genere, 4 slot per la RAM.

Ingegneri elettronici, Dottori (in ricerca) di microelettronica quanti ne abbiamo in Italia. Poi la contrattualistica internazionale, il Marketing, il network dei Commerciali. Si costruisce un team, magari con un Business Angel esperto.

Si utilizza quello che già c'è. Come il Programma Best di Invitalia, FABLAB (per la creazione dei Prototipi), Nuove Imprese a Tasso Zero (sempre di Invitalia) con la concessione di 1,5 milioni di euro come finanziamento d'impresa.

Un azienda di questo tipo è in grado di attrarre molti investitori, compreso il Venture Capital. Un po' sul modello della Apple (agli inizi). Tutti sanno che Steve Jobs e il suo collega iniziarono a produrre il prototipo del loro computer in una cantina (erano altri tempi ovviamente), cercando disperatamente un investitore. Quello che si presentò, con 70 mila dollari di allora, fece un buon affare. Quando Apple fu quotata in borsa, divenne milionario e consigliere di amministrazione della Società.

Senza dimenticare la Legge Sabatini per l'acquisto di attrezzature tecnologiche, per hardware e software.

8 Gb di RAM, al dettaglio, costa tra i 100 e i 140 euro. Fatturati da capogiro. Con l'eccellenza tutta italiana.

C'è qualcuno che vorrà portare aventi questo Progetto d'impresa? Ci vorrà un vero Business Plan e giovani motivatissimi.

Per avere approfondimenti sui Programmi citati consultare il Quartiere Job-Creation di Sophia

Potete commentare questo Post alla pagina Disqus di Sophia.